Fate di Ameral

Articolo trasferito dalla precedente versione del sito https://giardinodellefate.wordpress.com

Data di pubblicazione: 12 settembre 2011 ©Giardino delle Fate

LE FATE DEI FIORI

La leggenda narra che le Fate di Ameral siano nate da una goccia di rugiada che, sciolta dai primi raggi del Sole del mattino e scivolando all’interno dei boccioli dei Fiori, porta a schiudere questi ultimi per dar vita ad una nuova piccola creatura fatata di questo magico Clan.

Una volta nata, ciascuna Fatina ha un proprio fiore che custodisce, al quale è legata fin dalla nascita, e da esso dipende la sua vita essendone legata fin nel profondo del cuore, pertanto lo coltiva e coltiva le energie sprigionate da esso.

Le Fate di Ameral studiano i poteri dei preziosi Fiori e le loro capacità comunicative attraverso i libri custoditi in Ameral. Esse sono di allineamento positivo, e la loro indole dipende dall’appartenenza ad una determinata famiglia e/o sentimento.

Quindi ad esempio le Fate che nasceranno nella famiglia delle Rose, saranno molto più passionali di quelle nate nella famiglia della Ninfea, le quali saranno più propense alla purezza.

Tutta la loro Vita si basa su questi tre Fiori Fondamentali:

Rosa (Dominatrice di Amore e Passione) ✿
Ninfea (Dominatrice di Amicizia e Purezza) ✿
Giglio (Simbolo di Castità e Bontà d’Animo) ✿

Ogni membro del clan delle Fate di Ameral dedica il suo tempo a perfezionare e ad accrescere la conoscenza del linguaggio dei Fiori. Lo scopo del Clan è quello di far conoscere questo linguaggio alla popolazione di Lot, e di far conoscere le emozioni e i sentimenti ad essi legati.

Questo avviene tramite lezioni pubbliche sui fiori, nelle quali si spiegherà in che modo sono legati alle Fate e spiegandone allo stesso tempo il linguaggio universale, per avere possibilità di capirne il profondo significato, riuscendo ad associare un determinato fiore in base al proprio carattere. Ogni fiore infatti ha un significato che va al di là delle razze e del tempo, una Rosa è segno di buon auspicio per esempio, poiché la Rosa è simbolo di amore puro e passione.

Il loro saluto è §*Keralyan*§, un insieme di due parole che nella lingua del Piccolo Popolo significa “Arcobaleno dei Sentimenti”.


❈ GERARCHIA DI AMERAL ❈ MERALYN DELLA SFERA
(Capo Clan)

È colei che ha la responsabilità di ogni azione di tutti i membri, quindi detiene il Pieno Potere e il comando sull’intero Clan, e da lei dipendono tutte le Selenyae dei Fiori. Guida, dirige e coordina il Clan, può modificare lo Statuto e decidere se accettare o no Fate nel Clan.

IL FIORE DELLA MERALYN
L’ORCHIDEA. È chiamato il fiore dell’umiltà, in quanto ci suggerisce di rinunciare al nostro orgoglio, in cambio di una saggezza e di una serenità più elevate. Indi riduce la rabbia e l’impazienza, è utile negli stress e negli stati di tensione.

È simbolo di temperanza ed umanità, controlla i cattivi pensieri, acuisce l’intelligenza e rende sobri. Rafforza l’animo di chi lo possiede, aiuta a sconfiggere le paure, dona uno spirito allegro ed è simbolo di fortuna e forza, protegge dalla malasorte e dalla nostalgia. Per questo è utile a chi ha perso una persona cara, recherà conforto liberando dalla tristezza. Inoltre l’Orchidea concilia il sonno e scaccia gli incubi ricorrenti.

È custodito dalla Meralyn della Sfera, che ha la capacità di aiutare e ristabilire un equilibrio dopo uno stato di collera, infatti la Fata che possiede questo fiore è molto vicina ai bambini: quando essi si addormentano lei pone sulla loro piccola fronte un petalo di Orchidea, facendo nascere in loro sonni sereni e ristoratori.

KORALYN DELL’ARCOBALENO
(Vice Capo Clan)

È il Vice Capo Clan ed aiuta ad organizzare il tutto affiancando la Meralyn. Nel caso in cui non ci fosse quest’ultima, è la Koralyn che ne fa le veci, controllando che tutto funzioni al meglio e portando a termine i compiti del Capo Clan.

IL FIORE DELLA KORALYN DELL’ARCOBALENO
LA STELLA ALPINA. La Stella Alpina è un fiore potentissimo, simbolo della Veggenza e della Saggezza nascosta. È da sempre considerata la forma perfetta: ciò significa che ogni fiore, più si avvicina alla saggezza della Stella, tanto più perfezionerà e migliorerà la sua emanazione energetica aumentando la capacità di concentrazione.

Ogni Fata di Ameral avrà in dono un fiore che custodirà gelosamente e che la distinguerà, esso sarà pertanto segno della sua appartenenza al Regno. Man mano che la Fata apprende le proprietà del proprio fiore legato ai sentimenti, il fiore stesso si trasforma divenendo sempre più simile alla Stella, quindi al sapere.

La Stella Alpina appartiene alla Koralyn, la quale ha il compito di custodirla in un luogo dove solo le Selenyae possono accedere.

La Stella Alpina inoltre è un elemento importante per le Fate. Essa domina interamente tutti i fiori di Ameral, per questo viene custodita gelosamente dalla Koralyn e solo pochi sanno il luogo in cui essa si trova: tutte le Fate si prodigano a proteggere questo essenziale elemento, poiché se dovesse mai finire nelle mani della Nera Signora e delle Tenebre, sarebbe la fine per tutte le Fate.

In questo fiore sono concentrati tutti i sentimenti, tutte le capacità e le proprietà degli altri fiori che guidano il cuore delle creature del Regno. È la forza dei pensieri, la fiducia nelle capacità, la stima che guida, la complicità, l’attrazione, la comprensione, la tolleranza. Ma ispiratrice anche di debolezza, di desideri, di ricordi, di ricorrenze, di impeto delle emozioni. È la forza dei sentimenti. La sua forza vive dove c’è Amore.

La Stella Alpina rappresenta il valore più alto tra i beni delle Fate, in essa vive la forza indomabile, tant’è che ha il potere di vincere il male e neutralizzarlo, calma le crisi di delirio e caccia dalla mente le paure vane, guida il cuore e l’anima, definisce ed alimenta le energie, la forza e la vita.

SELENYAE
(Le Maestre)

Sono tre e sono a capo delle tre famiglie: Selenya della Rosa, Selenya della Ninfea, e Selenya del Giglio. Spetta a loro far in modo che il gruppo si comporti ed agisca in maniera corretta, sia nei giochi che nei rapporti con altri Clan o altri cittadini, e che quindi tutto funzioni alla perfezione. Inoltre seguono i Boccioli, le Corolle e le Gemme, impartendo insegnamenti e prendendosi cura della loro crescita.

CARICHE SPECIALI

Fata Detentrice del Sapere
Colei che stila e scrive tutti gli avvenimenti più importanti all’interno del Clan, conservandoli nel Sacro Libro delle Leggende e delle Storie. Aiuta la Meralyn, la Koralyn e la Custode delle Antiche Tradizioni nella gestione del Clan.
Il fiore è l’ASTILBE, fiore della maturità, custodito da colei che ha la forza e l’equilibrio di guardare la verità nella sua interezza, fatta di bene e di male, di chiaro e di scuro. Rafforza l’autostima, apre la via per conoscere meglio se stessi, per amarsi di più ed accettarsi, per farci sentire che ci siamo, che il nostro corpo c’è e ci appartiene.

È il fiore di chi ha la capacità di guardare ad entrambi gli aspetti della vita (il bello e il brutto, il buono e il cattivo) accettandoli entrambi con lo stesso atteggiamento consapevole. È usato nei riti di fertilità e per incrementare le energie fisiche. È di proprietà della Fata Detentrice del Sapere, la quale possedendolo, acquisisce la fermezza necessaria per porre termine a relazioni negative.

La Fata inoltre non deve permettere che cada in mani sbagliate, poiché se così fosse esso potrebbe produrre effetti negativi, quali l’allontanamento delle amicizie, creando discordia tra gli amanti e portando squilibri a carico del flusso dell’energia naturale.Custode delle Antiche Tradizioni
Colei che aiuta la Meralyn nell’organizzazione delle Cerimonie. Si prende cura del calendario delle Feste, programmandole e provvedendo ad informare il popolo del Granducato di ogni evento di Ameral.
Il fiore è l’IRIS, ed è il fiore che può possedere solo la Fata Custode delle Antiche Tradizioni; esso mostra le sue potenzialità se esposto ai raggi lunari o ai raggi del sole, favorendo la creatività, l’intuito e l’equilibrio emozionale.

Una caratteristica molto importante è che questo fiore aiuta a scoprire il vero senso dell’Amore e della comprensione del prossimo, e dona inoltre salute e felicità, raccogliendo e conservando in sé il calore e la luce del sole. Protegge la Fata che lo possiede, intorbidandosi quando accanto a lei vi è un pericolo.

Inoltre Iris era il nome della Dea greca dell’Arcobaleno, lungo il quale scivolava per portare i messaggi a lei affidati dagli Dèi dell’Olimpo. È un fiore regale, ed anche la mitologia greca ha chiamato Iride la messaggera degli Dèi, e cioè la divinità che, servendosi dell’arcobaleno come passaggio, consentiva il “dialogo” tra Olimpo e Terra.

Il fiore dell’Iris fu poi così chiamato perché la molteplicità dei suoi colori ricordava, per l’appunto, i colori dell’Arcobaleno. Esso è chiamato frequentemente Occhio del Cielo, e viene usato per confezionare unguenti e profumi. Il significato associato a questo fiore è messaggio di buona novella.Custode dei Sapori
Insegna a tutte le Fate di Ameral le nozioni fondamentali di cucina.

Custode del Verbo
Insegna a tutte le Fate di Ameral la lingua parlata nel Regno.

Custode dell’Essere
Si occupa di controllare ed appurare che tutto sia in ordine nella scheda (Accademia delle Razze del Regno di Lot) di ogni Fata di Ameral.

Fata Messaggera
Colei che si occupa di recapitare a tutte le Fate del Clan notizie e messaggi importanti.

Fata Ambasciatrice
Colei che tiene rapporti con altri Clan e/o altre Gilde per eventuali alleanze o rapporti diplomatici.

Inno alle Fate di Ameral

Keralyan ser! Lady inghirlandate!
Se carpir vorrete il segreto
dei fiori cui per vanto v’adornate
ascoltate il mio canto lieto!
La magia comprenderete allora
dei petali e di perfezione
che racchiusa è nella forma di sfera;
ciò vi narra la mia canzone.

Or Pentameral nell’ere antiche
creò tre fiori di sua mano
tre fiori atti ad influenzar la psiche
ed ogni sentimento umano.
Su di essi il riflesso di sole
scisso in lumi d’arcobaleno
portò, più rapido delle parole
le fate in questo mondo ameno.

Il Giglio, la Ninfea e la Rosa;
queste le gemme designate
per sbocciare all’aurora rugiadosa,
da esse nacquero le fate.
La Rosa, fuoco di tentazione
l’autentico rosso ardore
somma di gelosia e di passione,
del desiderio lo splendore.

Non vi fu cosa a noi più gradita
d’amore romantico e puro
Ninfea è la dolcezza mai sbiadita,
è nostalgia, porto sicuro.
Il fiero Giglio, ch’è nella danza
della felicità foriero,
portator d’amicizia e di speranza
al nobile ed allo straniero.

Stelo in principio, fatino o fata
come da seme nasce il fiore,
torna Radice per crescere alata
se fa danno con disonore.
Una Selenya v’è per famiglia,
dei Boccioli maestre e aiuti
li guidan sicure e son, meraviglia,
Corolle e Gemme divenuti.

Altri fiori nel nostro giardino;
Stella Alpina oltre la vetta
di Meralyn nostra è il simbolo fino,
pura e nobile è pianta perfetta.
Concilia sogno dolce e sereno
l’Orchidea, splendido fiore
per la Koralyn dell’Arcobaleno,
saggezza in ogni suo colore.

Ha conoscenza di tristezza e brio,
bene e male può intravedere
il Fior di Loto che è nell’equilibrio,
di Detentrice del Sapere.
Il compito han di proteggere
i sentimenti dall’odio e dal mal;
l’oscurità non deve prevalere,
la fine sarà per Ameral.

Vedete bene che ho dispiegato
le rime della mia canzone
come i petali di un fiore fatato
nell’aurora della creazione.
Ed ora, come ogni dolce storia
nuova o antica, grande o piccina,
libera sia di cercar la sua gloria,
chi vi parla tace e s’inchina.

Data la lunghezza dell’articolo, il post è stato diviso in più pagine:

Info Post

loading...

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto da Copyright