I Quattro Elementi e la Quintessenza

Articolo trasferito dalla precedente versione del sito https://giardinodellefate.wordpress.com

Data di pubblicazione: 9 ottobre 2011 ©Giardino delle Fate

❈ Quintessenza ❈

Esiste un Quinto Elemento. Esso è chiamato in diversi modi dai diversi popoli, è l’elemento primordiale da cui originano tutti gli altri, oltre lo spazio-tempo, l’Elemento non creato e indefinibile.

Le religioni lo chiamano Dio, gli Ermetisti lo chiamano Etere, gli Alchimisti Quintessenza, le Streghe l’Akasha, i Buddisti giapponesi lo chiamano Chi (pronunciato com’è scritto). Qualunque nome vogliate dargli, esso è lo Spirito.

Questo elementale si manifesta con qualsiasi immagine la vostra mente voglia dargli. Esso vi rappresenta, così come rappresenta il potere che siete capaci di dirigere sul vostro obbiettivo magico.

~• YIN E YANG •~

Il concetto di Yin e Yang ha origine dall’antica filosofia cinese. I caratteri tradizionali per yin e yang, possono essere separati e tradotti approssimativamente come il lato in ombra della collina (yin), e il lato soleggiato della collina (yang).

Siccome Yang fa riferimento al “lato soleggiato della collina”, esso corrisponde al giorno e alle funzioni più attive. Al contrario, Yin, facendo riferimento al “lato in ombra della collina”, corrisponde alla notte e alle funzioni meno attive. Yang e Yin sono quindi rispettivamente la forza attiva e la forza passiva.

Così Yin è la luna e Yang il sole, Yin è la notte e Yang il giorno, Yin è l’oscurità e Yang la luce, Yin è il freddo e Yang il caldo, Yin è il riposo e Yang l’attività, Yin è il femminile e Yang il maschile, Yin è il nord e Yang il sud, Yin è l’ovest e Yang l’est, Yin l’introversione e Yang l’estroversione, Yin è la Terra e Yang il Cielo.

Nell’Ermetismo occidentale Yin e Yang sono chiamati invece Acqua e Fuoco.

La luce proviene dal Fuoco e senza il Fuoco non c’è luce. Il Fuoco è luminoso, brillante, penetrante ed espansivo.

L’oscurità è prodotta dall’Acqua. Immaginiamo l’oscurità degli abissi. Le proprietà dell’Acqua sono quindi opposte a quelle del Fuoco. Ma senza oscurità la luce non può essere riconosciuta… la luce non esiste senza il buio, così come non esiste il giorno senza la notte.

~• LA NATURA DELLE TRE FORZE •~

La Legge del Tre illustra i fenomeni, in ogni cosa che accade ci sono sempre tre forze che interagiscono:

❂ La forza attiva (Fuoco)
❂ La forza passiva (Acqua)
❂ La forza moderatrice (Aria-vapore)

La forza attiva e la forza passiva sono facilmente individuabili, ma la forza neutralizzante il più delle volte è nascosta ed impercettibile.

La forza attiva (puro Yang) è quella che ha il livello di energia e di vibrazione più elevato rispetto alle altre due forze.

La forza neutralizzante (equilibrio di Yang e Yin) ha un livello di energia e di vibrazione intermedio.

La forza passiva (puro Yin) è quella che ha il livello di energia e di vibrazioni più basso.

Ogni cosa può essere in una fase Yang (attiva) o Yin (passiva). Ad esempio l’acqua di un fiume può rappresentare la forza Yang nel processo di erosione o Yin in relazione alla gravità.

Nell’azione delle Tre Forze l’equilibrio non è percepito, al contrario dello Yang e dello Yin, chiaramente definiti, nonostante ne determini il risultato delle interazioni. Senza il Tao nulla accade, Yin e Yang si annullano e rimangono in uno stato di costante di spinta e resistenza.

Il Tao è la forza che dà movimento ed equilibrio (o squilibrio); è l’impulso che permette al pendolo di muoversi avanti e indietro. Nulla può accadere se non esistono le Tre Forze: se prendiamo in considerazione l’azione di due sole forze, una attiva ed una passiva, come ad esempio due persone, una che spinge e una che resiste, che hanno la stessa identica forza (o un tiro alla fune equilibrato) nulla accade, le due forze si annullano a vicenda.

Info Post

loading...

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto da Copyright