Gilde e Mestieri a Lot

Articolo trasferito dalla precedente versione del sito https://giardinodellefate.wordpress.com

Data di pubblicazione: 20 Ottobre 2011 ©Giardino delle Fate

✧ Bardi di Lot ✧

I Bardi di Lot sono una Gilda di intrattenimento di allineamento neutrale. Lo scopo dei Bardi è quello di diffondere il sorriso e di intrattenere la gente di Lot cercando di divertirla in ogni modo, anche nei momenti di avversità, senza mai cadere nella volgarità e nell’offesa verso chiunque.

Il bardo vive per Lot, non ha un luogo d’incontro favorito, dispensa sorrisi ed allegria, sa improvvisare divertimento e rima, mai volgare od offensivo può essere sia l’anima della festa che il cantor di gesta.

Il bardo racconta e stupisce con le sue parole, ma allo stesso tempo crea emozioni e sorrisi. Artista e pestifero, è l’eterno dualismo del bardo del Granducato, l’eterna sua ricchezza. Il bardo sorride al Nobile e allo straniero, per servire libero, rifiuta la violenza e non eccelle nell’uso delle armi, alle quali ricorre solo per difesa.

A capo di questa Gilda è il Mastro Bardo.

✧ Sensali di Lot ✧

I Sensali di Lot sono una Corporazione a carattere commerciale di allineamento neutrale, hanno come scopo principale quello di organizzare feste di matrimonio, di fidanzamento, di battesimo e ricorrenze varie, quello di far incontrare le “anime gemelle” che non hanno un compagno/a con cui coronare il loro sogno d’amore nel Granducato, nonché quello di aiutare ad esprimere i propri sentimenti a chi non riesce a farlo.

Il loro compito sarà quello di far conoscere fra loro i “cuori solitari”, aiutare i futuri sposi a definire i particolari del giorno più bello della loro vita ed i loro invitati a festeggiare in maniera ottimale, facendosi carico di tutto ciò che deve essere fatto per rendere un matrimonio o una festa completa ed il più possibile vicina alla perfezione. Infine aiuteranno chi ha problemi ad esprimere il proprio amore recapitando dolci missive o componimenti poetici alla persona amata, o correggendo le opere di coloro che ne avranno bisogno per renderle uniche ed irripetibili agli occhi di chi le riceverà.

Organizzano inoltre ricevimenti e collaborazione con le altre Gilde: gestione ricevimento successivo alla cerimonia, collaborazione con i Paladini di Lot per i picchetti effettuati al Pronao del Tempio della Dea Themis, intrattenimento, anche presso il domicilio, fornito da bardi e teatranti, e collaborazione con le Streghe di Lot per l’organizzazione della cerimonia di giuramento dell’Amore Eterno.

Gran Maestro di Cerimonia è la somma carica della Gilda, e risponde della stessa ai Nobili e al Governo di Lot. Ha il compito di rappresentare i Sensali di Lot in tutte le occasioni pubbliche ufficiali, di mantenere i rapporti con i Nobili, i Governatori ed i Master delle altre Gilde e Mestieri, nonché di dirigere e consigliare tutti gli appartenenti alla Gilda sull’attività della stessa.

✧ Necromanti ✧

La Setta dei Necromanti di Lot è una Gilda Mistica di allineamento negativo. Il Necromante è uno studioso di pratiche oscure, suoi scopi sono riportare in vita le anime dei dannati defunti, studiare la morte e la vita delle razze e cercare di carpire a tutti i costi i segreti che permeano la leggendaria immortalità.

I Necromanti, grazie allo studio sulla magia nera e dell’anatomia di molti esseri viventi, attraverso i secoli vennero a conoscenza del segreto divino della vita. Pian piano si perfezionarono nell’arte di manipolare la vita e diedero a quest’arte un nome, Necromanzia, dal nome della loro antichissima setta.

Nei secoli a venire essi raccolsero il loro incredibile sapere in un libro chiamato poi Sauthenerom. Rilegato in pelle umana e scritto col sangue della stessa razza, riportava fedelmente tutte le pratiche esoteriche necromantiche e le conoscenze anatomiche della setta.

Il testo però era assai potente, e gli Dèi decisero che il potere della vita non doveva essere in possesso di mortali che sarebbero quindi divenuti immortali. Segni premonitori avvertirono gli oscuri che rimasero però ciechi, inebriati dal loro potere.

Una gelida notte, al suono funereo delle cicale, cominciò quindi la persecuzione. Molti dei confratelli della setta perirono sotto i crudeli colpi degli Dèi.

A questo punto i Necromanti rimasti decisero dopo lungo tempo e sofferenza di dividersi, ognuno di loro prese alcune pagine del Sauthenerom promettendo che le avrebbero tramandate insieme all’arte stessa ai discendenti. Le loro strade poi si allontanarono l’un l’altra.

I necromanti, durante il rituale, invocano antichi spiriti e dominano la loro forza primitiva, sfruttando tale potere eventualmente anche per la difesa, non avendo solitamente nessuna particolare arma per difendersi.

Per evitare dunque che il culto della Nera Madre (la Morte) venga dimenticato nel tempo, i necromanti praticano proselitismo nel Granducato, ed insegnano solo ai meritevoli, con durissimi addestramenti, le antiche conoscenze millenarie necromantiche.

Il carattere del Necromante è schivo e classista, il suo scopo è lo studio delle arti della vita e della morte, porta rispetto alle autorità vigenti solo per convenienza, non per vera convinzione e proprio per questo motivo, risulta un personaggio assai inaffidabile. In base alle due differenti scuole esoteriche di studio, si hanno differenti visioni della vita, dalla visione riflessiva a quella impulsiva e veemente.

Il Primo Necromante presiede il Cerchio Oscuro, e si occupa di garantire l’ordine e la stabilità all’interno della Gilda.

✧ Chierici ✧

La Confraternita dei Chierici di Lot è una Gilda a carattere mistico di allineamento positivo. La Gilda si ispira alla filosofia dell’elevazione mistica dell’individuo attraverso la Fede nella Divinità.

Per mezzo dell’incondizionata fiducia e della profonda dedizione alla Dea Themis, il Chierico tende alla Conoscenza Perfetta, nel tentativo di accostarsi, pur nella consapevolezza del suo umile stato di infinitesimale parte del Creato, ai mistici segreti dell’Essenza Divina.

Il Chierico è una figura legata al Bene e quindi aiuterà sempre coloro che seguono il Sentiero di Luce. Il Chierico non è un Cerusico, non è un Mago, non è un Druido, ma una persona scelta dalla Dea, affidataria dei suoi poteri positivi, che ha come missione portare la sua volontà e il suo aiuto nel mondo. L’intera vita del Chierico è dedicata al perseguimento della volontà della Dea Themis.

Il Chierico è anche combattente poiché la difesa della gloria della Dea Themis e la salvaguardia del Bene, impongono spesso il ricorso alla forza delle armi. Il Chierico fornirà aiuto e supporto, con i suoi poteri mistici, a tutti coloro che combattono a difesa della Dea Themis e a protezione del Granducato di Lot.

Il Chierico quindi non combatte solo per ricoprirsi di vana gloria o per vendicarsi di un torto subìto, il guerriero che risiede in lui è al servizio dell’uomo di fede, che fa di SAGGEZZA e CONCENTRAZIONE le doti basilari del suo essere.

Il Chierico pertanto combatterà solo per difendersi dai colpi degli avversari, o perché la Dea ha espresso la volontà che i suoi “unti” combattano nel suo Nome o per i suoi Ideali. Al contrario, il Chierico tenderà prevalentemente a supportare con i poteri mistici gli altri combattenti nel nome della Dea e dichiarandosi portatore dei poteri mistici che da Essa promanano. Nel Chierico si compensano quindi due nature distinte e complementari: il mistico che si nutre di Fede, e il guerriero che segue il Sentiero della Luce Divina.

Il Sommo Chierico Chierico è l’Unto dalla Dea, colui che ha totale empatia con il volere e la potenza di Themis. In lui risiedono tutti i poteri che il cammino della Sacra Conoscenza dona. Ha il compito di gestire e tutelare i suoi Confratelli e di reggere le sorti della Gilda stessa, è una sorta di Padre Spirituale e di Capo Clan.

✧ Cavalieri Erranti ✧

Fuori dalle mura di Lot, verso Ovest, la via si inoltra per il Bosco Oscuro, così chiamato per la fitta ombra che le querce secolari creano.
Esso era da sempre popolato da esseri pericolosi, seguaci ed alleati delle Forze del Male. Tutto questo rendeva pericoloso utilizzare quella via, e chi vi si avventurava lo faceva a rischio della propria vita.

Un giorno, un gruppo di cavalieri dalla nobile stirpe, erranti per volontà o per ingiustizia, si trovarono a passare per il Bosco Oscuro e si trovarono di fronte quegli esseri maledetti, indi decisero di affrontarli e di rendere quella via sicura una volta per tutte.

La battaglia fu durissima e per giorni e notti non si sentiva altro che il clangore delle armi e i lamenti dei feriti, quegli esseri maledetti combattevano con una ferocia inaudita, ma nessun cavaliere arretrò di un solo passo, pagando a volte con la propria vita.

Alla fine la battaglia fu vinta, e il Bosco Oscuro fu reso per sempre sicuro, l’ombra delle querce ora non fa più paura, e le loro fronde riparano il viandante dal sole estivo e, durante l’inverno, dalla pioggia e dalla neve. I coraggiosi cavalieri, dopo la battaglia, decisero di fermarsi nel Granducato di Lot e, qui, far rivivere i valori della Cavalleria Errante, valori tramandati di generazione in generazione, e di cerca in cerca, fin dai tempi più remoti.

La speranza dei Cavalieri rimasti è quella di trovare a Lot altri che si uniscano a loro e portino avanti la loro impresa. La Cavalleria Errante è a carattere Combattente di allineamento Neutrale, è una Gilda che combatte le ingiustizie in ogni loro forma, secondo gli ideali tramandati dalla tradizione della Cavalleria Medioevale: ha lo scopo di riproporre a Lot i valori e i comportamenti della Cavalleria Errante secondo gli ideali propri dell’amor cortese, e della tradizione letteraria avventurosa caratteristica del Medioevo.

I Cavalieri Erranti si dedicano alle ricerca di oggetti o saperi perduti, utili a contrastare più validamente le forze avverse, si dedicano quindi alle cerchie che progettano, propongono e conducono a Lot e all’esterno delle mura della città, organizzando e favorendo la partecipazione di ogni Cittadino di Lot che sia interessato. Essi sono di spirito individualista: benché la Gilda li unisca in un unico ideale o fine, ciascuno ha una sua missione personale da compiere, come caratteristico degli antichi Cavalieri a cui si ispirano.

La Gilda è divisa in tre Clan che si articolano in dieci Corti, e in due Corti principali: Clan del Castello, Clan della Spada, Clan degli Esuli, e Corte della Luce e Corte delle Tenebre.

✧ Congrega degli Artisti Illuminati ✧

Gilda che raccoglie in se tutte le espressioni comunicative delle arti principali e le riunisce in un’unica corporazione, come punto di riferimento di queste ultime per il Granducato tutto e in primis per la Nobiltà.

La Gilda “Congrega degli artisti illuminati di LOT” è una Gilda di carattere Commerciale di allineamento Neutrale. I membri della congrega NON sfidano i cittadini e non accettano duelli se non nella abilità con le arti di cui devono essere perfetti conoscitori e mentori.

Il Signore degli artisti illuminati è il Master della Gilda. Egli ha pieno potere decisionale su ogni iniziativa, proposta e modo di agire di essa.

Il Master coordina le attività in modo da adempire appieno ai propositi avanzati dalla Gilda, ha anche il dovere di diffondere le arti fra i cittadini ed è responsabile della crescita della cultura artistica del Granducato.

✧ Compagnia dei Musicanti ✧

Quando nasce il sole, e piccole lacrime di cielo scendono silenziose per infrangersi nell’acqua del lago in una delicata danza di battiti irregolari dopo il silenzio della notte, e al calar della sera le note generate dal vento tra le foglie del bosco cantano alla luna, che splendida sale dall’orizzonte lontano, sia musica…

Quando due cuori decideranno d’amarsi e vorranno danzare sulle note di un flauto incantato, perché questa è la storia della musica, fatta dei mille momenti di cui vive, delle mille voci che accompagna, delle mille lacrime che consola e dei mille sorrisi che fa risplendere, e sia musica…

E prima della battaglia, perché l’onore e il valore del sangue che potrà essere versato cadendo nel fragore delle armi ricordino la dolce armonia, la bellezza e la pace per le quali vivono, o anche perché il coraggio si faccia forza davanti alla forza del nemico, o semplicemente perché gli uomini si uniscano in un’unica voce prima di sollevare la spada, e sia musica…

Ed infine allora si spezzi il silenzio, un flauto o un liuto o uno strumento qualsiasi, magari anche il semplice battito delle mani, comincino a vivere, accompagnando un dolce canto, un cuore ed un’anima. E dal silenzio nascerà la Compagnia dei Musicanti per servire il Granducato.
La Compagnia dei Musicanti ha lo scopo di portare la musica per le vie del Granducato, è una Gilda di intrattenimento di allineamento neutrale. I suoi membri sono studiosi degli strumenti, dei suoni e delle armonie, producono musica originale e selezionano in alternativa e come attività secondaria, musica della tradizione popolare.

Sia le musiche originali che le musiche tradizionali possono essere accompagnate da testi originali o commissionati ad altre Gilde di intrattenimento. Le musiche saranno suonate nei luoghi pubblici o privati, sia in occasione di cerimonie che come inni o per cariche prima della pugna.

Essa collabora con le principali istituzioni culturali del Granducato affinché i luoghi preposti, ad esempio Il Palazzo delle Arti, possano ospitare sale di ascolto ove tenere concerti e comunque mantenere vivo il ricordo delle musiche più belle. La Compagnia presta le sue risorse anche per matrimoni, funerali, promozioni, varie ricorrenze.Data la lunghezza dell’articolo, il post è stato diviso in più pagine:

Info Post

loading...

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto da Copyright

NUOVA NORMATIVA GDPR - Per usufruire delle complete funzionalità del nostro sito devi accettare l'uso dei Cookie. In questo modo, potremo darti un'esperienza migliore di navigazione.
PRIMA DI ACCETTARE LEGGI DETTAGLI

Oltre ai Cookie tecnici necessari per un regolare funzionamento del sito, Giardino delle Fate utilizza Cookie aggiuntivi per personalizzare la navigazione dell'Utente, in merito alla gestione delle statistiche, del traffico, dei social media, dei video e degli annunci promozionali. Puoi scegliere tu stesso se accettare o meno, dando il tuo esplicito consenso. In alcun modo i dati inseriti (ad es. e-mail per iscrizione al blog o nella sezione commenti) verranno usati per diverse finalità né condivisi con terze parti: il nostro interesse è la sicurezza della tua privacy. Accetti l'uso dei Cookie e i termini e le condizioni della nostra PRIVACY POLICY? Cliccando su "Accetto" dichiari di aver letto e accettato. La durata di accettazione dei Cookie è di 3 mesi, con la possibilità di revocarla in qualsiasi momento attraverso l'apposito pulsante in basso nel footer del sito (alla fine della pagina). Se non accetti, potrai comunque continuare con la navigazione ma la visualizzazione delle pagine sarà limitata. In ottemperanza e conformità al Regolamento UE n. 2016/679 (GDPR).

Chiudi