La bambina rapita dalle Fate

Articolo trasferito dalla precedente versione del sito https://giardinodellefate.wordpress.com

Data di pubblicazione: 12 settembre 2011 ©Giardino delle Fate

Una bella mattina di primavera, una bambina uscì di casa per andare a raccogliere dei bei fiori, da regalare alla mamma e al papà. Mentre stava camminando sulla sponda del fiume, udì delle risa, allegre e spensierate.

La bimba seguì il suono delle voci e salì sulla collina. Più si avvicinava, più si incuriosiva. Ad un certo punto capì che chiunque stesse cantando e ridendo, si trovasse all’interno di una grotta, non lontano dalla cima della collina.

La bimba si avvicinò all’apertura, e per nulla intimorita sbirciò dentro. Vide un gruppo di Fate e Folletti, che danzava attorno ad un fuoco.

Dopo un attimo di stupore, la bimba scappò via, per andare a raccontare tutto ai suoi genitori. I due l’ascoltarono sgomenti. Sapevano che le Fate sarebbero tornate la notte stessa, per portare via la loro piccola: ogni mortale che vede una creatura fatata, è obbligato ad unirsi al Piccolo Popolo.

bambina-fate

I genitori non rivelarono nulla alla bimba, ma si recarono immediatamente a consultare una vecchia saggia che abitava ai margini della foresta.

«Le Fate hanno solo una possibilità. Se non riescono a portare via la bambina la prima volta, non potranno più farlo, dovete fare in modo che nella vostra casa, ci sia silenzio assoluto questa notte. È l’unico modo per salvare vostra figlia» fu la risposta della vecchia saggia.

La mamma e il papà della piccola tornarono a casa e cominciarono ad assicurarsi che porte e finestre non cigolassero, che il pavimento e le scale non facessero nessun rumore, e che la piccola si addormentasse.

Dopo avere tolto gli orologi dalle pareti, i due si sedettero in salotto ad attendere che la notte terminasse. Quando le Fate arrivarono, la casa era completamente in silenzio. E stavano per andarsene, che un cagnolino che aveva avvertito la loro presenza, si mise ad abbaiare. Mamma e papà corsero allora nella camera della bimba, terrorizzati.

Il letto della piccola era vuoto, e capirono che non l’avrebbero mai più rivista.

Info Post

loading...

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto da Copyright

NUOVA NORMATIVA GDPR - Per usufruire delle complete funzionalità del nostro sito devi accettare l'uso dei Cookie. In questo modo, potremo darti un'esperienza migliore di navigazione.
PRIMA DI ACCETTARE LEGGI DETTAGLI

Oltre ai Cookie tecnici necessari per un regolare funzionamento del sito, Giardino delle Fate utilizza Cookie aggiuntivi per personalizzare la navigazione dell'Utente, in merito alla gestione delle statistiche, del traffico, dei social media, dei video e degli annunci promozionali. Questi Cookie sono abilitati di default, ma puoi scegliere tu stesso se accettare o meno, dando il tuo esplicito consenso. In alcun modo i dati inseriti (ad es. e-mail per iscrizione al blog o nella sezione commenti) verranno usati per diverse finalità né condivisi con terze parti: il nostro interesse è la sicurezza della tua privacy. Accetti l'uso dei Cookie e i termini e le condizioni della nostra PRIVACY POLICY? Cliccando su "Accetto" dichiari di aver letto e accettato, dando il permesso per l'utilizzo di Cookie non tecnici e dunque non strettamente necessari. La durata di accettazione dei Cookie è di 3 mesi, con la possibilità di revocarla in qualsiasi momento attraverso l'apposito pulsante presente nella Home Page. Se non accetti, potrai comunque continuare con la navigazione ma la visualizzazione delle pagine sarà limitata. In ottemperanza e conformità al Regolamento UE n. 2016/679 (GDPR).

Chiudi