La Magia delle Fate

Articolo trasferito dalla precedente versione del sito https://giardinodellefate.wordpress.com

Data di pubblicazione: 12 settembre 2011 ©Giardino delle Fate

Le Fate possiedono poteri sconfinati… sanno cambiare aspetto quando e come vogliono, trasformandosi in animali o in una pianta, possono diventare molto grandi ed anche molto piccole, trasformare gli uomini in animali od oggetti di qualsiasi forma o genere. Possono creare oggetti dal nulla, spostare interi palazzi e colline, volano servendosi delle loro piccole ali che compaiono all’improvviso… possono comparire e scomparire improvvisamente, in qualsiasi luogo, e in qualsiasi modo, possono anche fermare il tempo…

Le Fate potrebbero esaudire qualsiasi desiderio degli uomini, qualunque frutto della sua realtà immaginaria, possono perfino predire il futuro, anche se, purtroppo, molto raramente esse informano gli uomini di ciò che ha in serbo per loro il Destino…

Nessun uomo è in grado di immaginare tutto ciò che le Fate possono compiere con le loro magie. Le leggende svelano infatti solo una parte dei sortilegi operati da queste creature. Una cosa comunque è certa, per compiere i loro incantesimi, le Fate hanno bisogno di un oggetto che simboleggia il loro potere: la bacchetta magica.

Gli antichi latini associavano alla parola “Baculus”, bacchetta, il significato di Scettro degli Auguri, di persone dagli immensi poteri e di grande saggezza in grado di predire il futuro. Da allora, le Fate sono raffigurate con una bacchetta che custodiscono gelosamente: smarrirla significherebbe perdere i poteri. Per questo si narra che chi abbia la fortuna di trovare una bacchetta magica, possa ottenere in cambio grandi favori.


La prima cosa da fare è mantenere il segreto del ritrovamento, quindi portarla sulla cima di una collina in una notte di Luna piena: la Fata in cambio della bacchetta, sarà pronta ad esaudire qualsiasi desiderio.

Oltre la bacchetta, gli oggetti magici delle Fate possono essere di vario tipo: un anello d’argento sottile come un capello, un velo ricamato con fili dorati, uno scrigno minuscolo, ma che può contenere montagne intere…

ღ♥ I Poteri delle Fate 

I poteri delle Fate scorrono nel loro corpo sotto forma di linfa argentata. Per diventare invisibili o mutare aspetto, assumendo le sembianze di piante ed animali, per rimpicciolire od ingrandire la loro dimensione, dai 15 cm circa fino ad 1 metro e ottanta di altezza, le Fate utilizzano molta energia: devono infatti desiderare moltissimo farlo e non possono mantenere a lungo il nuovo aspetto.

Tutto ciò provoca la crescita di capelli lunghissimi e di grandi ali splendenti e cangianti, che non vengono utilizzate per volare: le Fate fluttuano liberamente nell’aria e nella materia.
Dove si trova la linea che divide realtà ed “incanto”?

Per gli uomini è spesso difficile comprendere il reale aspetto di una Fata: che siano minuscole, oppure grandi, tutte sono caratterizzate da una riconoscibile rassomiglianza con gli esseri umani. Alcune Fate comunque hanno i piedi palmati, zoccoli di capra, nasi appuntiti ma senza narici, oppure code di mucca che nascondono abilmente sotto lunghe e fluenti vesti. Il loro cuore appare come una luce dorata che pulsa, in grado di comunicare con tutti gli esseri viventi e le piante.

La Tradizione Celtica associa a queste creature un’intensa luminosità che avvolge il loro corpi semitrasparenti, mentre la loro presenza è svelata da un intenso odore di muffa, tipico della terra umida e fresca.

Sensibili a tutte le forme di arte e creatività, le Fate sono sempre presenti nei momenti di intensa commozione, di stupore dinanzi alla bellezza, alla forza e alla potenza della Natura.

★ I Quattro Simboli Magici ★

La Spada di Fuoco: quest’arma è stata forgiata la notte dei tempi dagli abitanti del Piccolo Popolo, uno dei suoi nomi è Excalibur, che secondo alcune teorie significa “dalla roccia”. La sua caratteristica principale è il preziosissimo fodero di cui è dotata che conferisce a chi porta la spada in battaglia, una totale immunità dalle ferite e dai colpi. Esso è in pelle di cervo rivestito di velluto rosso e cremisi, vi sono ricamate le fasi lunari simboleggianti la Dea che protegge il guerriero, le ali della sapienza ed il serpente a spirale, i simboli degli Elementi della Natura, ed infine una croce in un cerchio.
La spada va consegnata a colui destinato a proteggere la terra di Avalon dallo straniero. La cerimonia viene effettuata tra i fuochi di Beltane, in cui il prescelto simula con una belva la lotta per la difesa dell’Isola Magica.

Il Calice Dell’Acqua: questo antico cimelio proviene da terre molto lontane, e nasconde un potere praticamente invincibile. Esso è d’argento, orlato di simboli d’oro. Le Fate lo conservano gelosamente: il calice è sempre pieno di acqua attinta da un pozzo sacro dalle pure acque sorgive, e in esso osservano il futuro durante diverse cerimonie, soprattutto quella di Imbolc, che avviene in una notte adatta alla divinazione. Inoltre le acque che esso conserva sono dotate di poteri di purificazione, e per questo le Fate le bevono in tutti i rituali sacri.

Lo Scettro Dell’Aria: questo strumento è stato intagliato da un ramo di un albero sacro che cresce in Avalon. È di legno molto chiaro, mentre agli estremi è di argento, come anche la punta acuminata da cui è sormontato.
Il suo aspetto ricorda molto una lancia, e forse lo è davvero perché esso rappresenta l’Aria. Chi lo detiene acquisisce per il momento poteri magici e taumaturgici, e viene usato soprattutto nella festa di Litha.

Il Piatto Della Terra: questo è il simbolo più misterioso, e viene conservato in una grotta segreta da cui viene portato fuori solo durante le cerimonie sacre. Esso è d’argento orlato da oro: intorno sono rappresentati i simboli degli astri e del cielo, mentre dentro sono rappresentati i lavori nei campi, le città, la guerra ed altre scene. Su di esso vengono posti cibi da offrire agli Spiriti nella notte di Samhain, ed anche i cibi sacri da libare durante le celebrazioni che riguardano la fertilità e la Terra.

✧ BACCHETTA MAGICA e ANELLI delle FATE ✧

La bacchetta, similmente al bastone, è simbolo di potenza magica conferita agli Esseri di natura superiore. Una bacchetta circondata da due serpenti è il “caduceo” di Asclepio (il Dio guaritore figlio di Apollo) e di Hermes, divinità anch’essa della medicina. È sostanzialmente un’affermazione, in chiave figurativa, del potere magico che guarisce non soltanto i mali fisici, ma anche quelli peculiari dello Spirito di ogni persona.

La bacchetta magica delle Fate ha tre altre prerogative: quella di trasformare e di addormentare, od anche quella di risvegliare, non già dal sonno fisico, quanto dall’intorpidimento spirituale.

Per la religione Celtica, la bacchetta è lo strumento di Magia per eccellenza, aforisma del potere magico che i Druidi avrebbero posseduto sugli elementi della Natura. L’anello invece, in ottica magica, è l’emblema di un’alleanza stipulata, o di un voto contratto, del Destino di un’associazione di persone.

Nel caso delle Fate, è il segno dell’attaccamento alla Natura nel suo aspetto sia visibile che invisibile. È altresì emblema della protezione e della custodia di tesori materiali e soprannaturali (si pensi alla saga dei Nibelunghi). Impadronirsi di un anello, significa aprire una porta verso una dimensione spirituale nuova, e di accettarne le conseguenze. Pertanto l’anello è anche l’aforisma di un impegno, ed infilarlo al dito di qualcuno, significa accettare la persona come un proprio tesoro esclusivo.

♡ BACI FATATI ♡

I Baci Fatati sono un tipo particolare di baci, molto sensuali e coinvolgenti, che soltanto le Fate più esperte riescono a dare.

La persona che li riceve prova una specie di stordimento, della durata di un minuto soltanto, accompagnato da un lieve giramento di testa ed alcune sensazioni; un Bacio Fatato non costringe a fare nulla, ma è il ricevente che decide se abbandonarsi alle sensazioni del Bacio, e quindi agire di conseguenza, oppure rifiutarsi e contrastarne l’illusione.

Le sensazioni vengono scelte di volta in volta dalla Fata che dà il Bacio Fatato, ma non possono mai essere sensazioni di odio, terrore, morte e quant’altro vada contro il suo allineamento. In genere ogni Fata sceglie sensazioni coerenti con la propria inclinazione.

Verrete travolti da un turbinio di suoni e colori, per un minuto rimarrete intontiti, non riuscendo a capire nulla di quello che vi succede intorno e non riconoscendo più le persone che vi circondano. Il vostro corpo sarà assalito da una forte emozione, e vi sembrerà che le porte che racchiudono i vostri sentimenti siano spalancate.

Per un minuto sentirete il bisogno di donare e ricevere affetto. Una scia soave di muschio bianco e more selvatiche avvolgerà le vostre narici, mentre un sapore dolce come nettare di pere succose, scenderà sulle vostre labbra, delizioso ed irresistibile. Assaporatelo e per un minuto, vi sentirete in uno stato prossimo all’estasi…

✰ Alcuni Poteri e Magie delle Fate… ✰

Aurora: Fata della Grande Serenità

Infonde nell’anima l’essenza della grande serenità e della pace con se stessi. Aurora è vicina a tutte quelle persone che vivono in uno stato di ansia ed inquietudine, donando loro “pillole di luce”, ricche di energia positiva interiore ed astrale.

Dafne: Fata delle Studentesse

Un’amica di tutte le ragazze che attraversano la fase scolastica, uno dei periodi che nel loro futuro resterà impresso nell’album dei ricordi più belli della propria esistenza. Dafne ama queste ragazze e vuole essere presente sulla loro scrivania, per donar loro la propria discreta ma piacevole compagnia, e durante un esame sarà di sostegno ed aiuto.

Wally: Fata della Buona Salute

La dottoressa Wally non usa pillole e punture per guarire i suoi pazienti, ma mette loro a disposizione la sua energia ancestrale che riesce a percepire dagli influssi magnetici degli astri. Da sempre si posiziona vicino ad una finestra, affinché la luce della notte possa giungere sulla vostra gentile ed utilissima amica.

Sabine: Fata della Fortuna e del Gioco

Non solo amore e sentimento per le Fatine di Glen. Sabine, infatti, è una Fata che aiuta attraverso il suo influsso magico chi ama il gioco, ed il gioco è spesso Fortuna.

Klensit: Fata della Lunga Giovinezza

Quanto è bella giovinezza che si fugge
Tuttavia, chi vuol esser lieto sia…
(Lorenzo il Magnifico)

Il poeta lo esprime in versi, Klensit lo esprime in incanti, guidando le sue beniamine in un percorso dove la giovinezza non teme il passare del tempo. Guardate Klensit, ha più di 800 anni: li dimostra?

Magdalene: Fata dell’Eros

L’Eros è fondamentale per ottimizzare un buon rapporto di coppia, ma spesso il desiderio e l’attrazione fisica vengono intaccati dal nervosismo e dalla stanchezza del quotidiano. Magdalene riesce a riattivare il vostro erotismo, ed il vostro partner ne rimarrà sicuramente attratto e catturato.

Victoria: Fata del Successo

La sua ancestrale energia e la sua forte tenacia trasmettono sicurezza e volontà, doti necessarie per raggiungere successo e notorietà. Victoria aiuta tutte quelle donne che vogliono emergere in ruoli di protagonismo, e che non si rassegnano alle solite banalità.

Daisy: Fata del Compleanno

Auguri, auguri ed ancora auguri da Daisy, Fata di grande positività e speranza. Ogni anno che passa è un bagaglio di esperienza di vita, che chiude magari un ciclo negativo per aprirne uno positivo. Daisy pensa solo positivo e la sua forza ancestrale è innegabile. Nelle feste di compleanno deve essere invitata!

Helene: Fata degli Innamorati

Soltanto chi è innamorato può comprendere l’importanza di essere corrisposto dal proprio partner con uguale sentimento. Incomprensioni e spesso inutili gelosie corrodono ingiustificatamente bellissimi rapporti; Helene, Fata degli Innamorati, con la sua Magia è pronta a sorreggere ed aiutare le coppie.

Brighitta: Fata dei Bambini

Come tutte le Fate, Brighitta è molto vicina ai più piccini ed il suo senso materno e protettivo, è in lei innato. Tutti i bambini hanno bisogno di crescere accompagnati da favole e leggende, che ogni brava mamma saprà loro raccontare. Brighitta si mette a disposizione di tutte queste mamme, rendendo viva la Magia di tutte le fiabe…


D’una danza a piedi nudi vai tra la gente e pel mondo
Del sapor di mille rose lasci memore lo sguardo
Sei magia d’una risata, come il Sole sullo sfondo
Scherzi, tocchi e voli via, sei sberleffo infingardo

Come un coro di gente allegra su d’un prato
Il tuo arrivo è d’emozion pura lo sventolar della seta
Il profumo della pelle, lascia inconsci, toglie il fiato
Come il correre nel vento, ad occhi chiusi, senza meta

Del respirar d’una rosa
Sei il fremere sommesso
La gioia esplosa
Del mattino il messo

Eppur d’incanto ti soffermi, il passo assorto
L’occhio il velo prende del pensier distante
Perché altro tu sei ancora… io forse ho scorto
E quindi ascolti ciò che in te è il fluire palpitante

Chiudi gli occhi, il respiro del riposo
S’innalza la musica, l’amor diffondi
Piangi… forse il sospiro nascondi
Perché la Vita è un diagramma luminoso

E il tuo amare è impeto e dolcezza
Crea scompiglio, culla e chissà dove spinge
Un mare violentato d’uragani, un bisbigliar di brezza
Sei il tuo colore, seppur nella tristezza a volte stinge

Ecco perché col sentimento io ti sento nascitura
Non dal Cristallo che di Stelle illumina la nostra Sera
Ma da una Goccia Segreta, lacrima di Donna fiera
Di Madre e d’Amante, limpido Inno alla Natura.

Info Post

loading...

0 commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto da Copyright